phone 

SEGRETERIA: 349.6434866

lunedi-martedi

mercoledi-venerdi

dalle ore 12.00  alle ore 16.00 

giovedì dalle ore 20 alle ore 22


 

ADM - PROGRAMMA ESCURSIONI 2021


Apps-File-News-icon

INCONTRI IN SEDE

OGNI  PRIMO MERCOLEDI
DEL MESE  DALLE ORE 21.30 ALLE ORE 23.00
presso la Casa delle Associazioni
Via Dante Alighieri,3
Piove di Sacco - PD 

Informiamo tutti i soci inoltre che il Consiglio Direttivo ha annullato

tutte le riunioni di ogni tipo fino a data da destinarsi presso la Sede, seguendo le normative anti-Covid 19


 

 

 

- Stagione consigliata: Estiva  - Dislivello: salita mt. 810/discesa mt. 1050 -

-  Difficoltà: EE - ESPERTI  -

Mappa: KOMPASS 631 "ALTIPIANI DI FOLGARIA - LAVARONE E LUSERNA" 1:25.000

- Partenza: Passo del Sommo (1343 m)  -  Arrivo: Valico della Fricca (1100 m)

 

DESCRIZIONE

E' un' escursione molto panoramica, un percorso semplice ma impegnativo in quanto, a causa di qualche tratto esposto, richiede buona esperienza, passo sicuro, e buone condizioni meteo.

Il Becco di Filadonna si trova nel massiccio montuoso della Vigolana e, in condizioni meteorologiche che concedano una buona visibilità, è uno dei punti panoramici che permettono di spaziare a 360° sull' area alpina circostante.

Il toponimo Becco di Filadonna pare derivare da due caratteristiche torri calcaree (una è la Madonnina, torre rocciosa alta 50m) che secondo una leggenda, sono due giganti pietrificati in modo da raffigurare una donna che fila.

  BECCO FILADONNA 

   images  

GOOGLE EARTH

 

ITINERARIO

Il percorso parte da Passo Sommo (mt. 1343), dove si trova un bar-chalet di fronte al quale parte una strada sterrata che si introduce presto in una bella abetina, al di fuori della quale inizia il sentiero 451. Si risale un prato seguendo la traccia lungo la sciovia fino ad arrivare, seguendo le indicazioni, a un sentiero di sassi che entra nel bosco, si devia a destra e si prosegue per il Monte Cornetto (mt. 2069).

Presto appare il Becco di Filadonna ed in basso il Lago di Caldonazzo. Il sentiero arriva all' inizio della cengia nominata sentiero Gentilini (n. 425B) che passa sotto la cima del Cornetto (mt. 1940). Da qui è un po' esposto, attraversa un piccolo ghiaione. Dopo poco diventa più sicuro addentrandosi tra i mughi.

A circa mt. 2000 si raccorda il sentiero che scende dal Cornetto (n. 425 - Vigolana). Si inizia dunque una discesa tra roccette e distese di pino mugo, intravedendo quindi il Rifugio Casarota (mt. 1570). Il sentiero arriva ad una sella da dove si intravede il monolite della Madonnina e il bivacco sotto la cima Vigolana. Qui c'è un bivio a destra con il sentiero n. 439 che va verso Il Valico della Fricca. Si prosegue invece per il sentiero n. 425. Poco oltre la Seconda Cima, ad un bivio il sentiero proseguirebbe verso sinistra per entrare nella conca ad Ovest del becco di Filadonna, mentre a destra appare la traccia segnata in blu del sentiero che sale alla Terza Cima. Si segue attraversando la dorsale panoramica, si supera il bivio con il sentiero n. 442 che porta al Rifugio Casarota, si prosegue fino ad incrociare il sentiero a destra che porta alla Croce del Becco di Filadonna (mt. 2150).

Ridiscesi al bivio si imbocca il sentiero 442 verso il Rifugio Casarota e quindi verso il Valico della Fricca.